11 February, 2010

Poesia

E mentre Eolo i suoi venti,
al sopraggiungere della sera, libera
ella con sguardo fisso all’orizzonte guarda.
Del legno e della stoffa lontano
lentamente avanzano all’incontro tra mare e cielo.
È lontana, si dice, e a prua s’immagina
la brezza sul viso sentendo,
la salsedine sulle labbra toccando
in un sogno passato.
Ed ecco un dispettoso soffio
la vista le copre
e i lunghi capelli tolti
il sogno è volato.

Kerook




comments powered by Disqus