23 August, 2014

The Ocean Cleanup

Buongiorno!

Purtroppo nel mare sono presenti enormi quantità di plastiche che inquinano fortemente e che causano la morte di milioni di animali acquatici.

Negli oceani molte di queste plastiche si sono concentrate in 5 correnti rotative, che hanno creato delle specie di isole di plastica. (2 nell’oceano Atlantico, 2 in quello Pacifico e 1 in quello Indiano). Un terzo di tutte le plastiche dell’oceano pare concentrato nel, cosiddetto, Pacific Garbage Patch .

albatros morto a causa delle plastiche

Un ragazzo olandese, Boyan Slat, ha avuto un’idea per cercare di ripulire l’oceano da tutta questa spazzatura: The Ocean Cleanup e sta cercando di raccogliere i fondi necessari alla sua realizzazione entro il 12 settembre 2014.

L’idea del progetto The Ocean Cleanup è quella di sfruttare le correnti marine per intrappolare le plastiche con delle barriere passive ed eliminarle dal mare grazie a delle stazioni galleggianti.

Boyan Slat e il suo team hanno condotto diverse ricerche per verificare che la loro idea potesse funzionare e il 3 di giugno hanno reso pubblici i risultati dello studio di fattibilità: the ocean cleanup funziona!

Non è l’unica soluzione al problema dell’inquinamento da plastiche: è necessario senza dubbio ridurne il consumo, ma questa potrebbe essere una buona possibilità per i nostri oceani che si trovano pieni di plastiche o frammenti di essi.

Per maggiori informazioni relative al progetto vi rimando al sito ufficiale: The Ocean Cleanup

Kerook

comments powered by Disqus